FilmoraGo

App di Montaggio Video, Facile da Usare

appstore
Scarica dall'App Store
Scaricalo su Google Play
Wondershare Filmora
Scatta Istantanee da Video con Alta Qualità Gratuitamente
  • Scatta istantanee da qualsiasi file video e salva in alta risoluzione.
  • Modifica l'istantanea e crea direttamente video PIP.
  • Esporta e condividi ampiamente.

Cos'è la Frequenza dei Fotogrammi e Come Scegliere Quella Ideale

Sep 03, 2021• Proven solutions

Il termine frame rate (frequenza dei fotogrammi) è uno più antichi nella storia del cinema e del montaggio video, tanto importante oggi quanto lo era ai tempi dell’invenzione della prima telecamera. Oramai la frequenza dei fotogrammi non è più strettamente correlata a telecamere e proiettori, in quanto influisce in modo significativo anche sulla qualità di animazioni, videogiochi, programmi televisivi e trasmissioni online.

Sebbene le telecamere moderne permettano di catturare filmati incredibilmente fluidi anche con le impostazioni automatiche, comprendere il concetto di frame rate aiuta a sapere con esattezza quando sia il caso di aumentare o di diminuire la frequenza dei fotogrammi dei propri contenuti. A questo scopo è importante sapere in che modo videocamere e altri dispositivi effettuano la registrazione dei filmati. Continuate a leggere quest’articolo se siete curiosi di scoprire i concetti base che regolano la procedura di acquisizione dei video.

Breve Storia della Frequenza dei Fotogrammi (Frame Rate)

L'espressione "frame rate" si riferisce alla frequenza con cui le immagini compaiono sullo schermo. Di conseguenza, modificare questo parametro permette di scegliere il numero di fotogrammi visualizzati al secondo. Aumentando il numero di fotogrammi al secondo le figure nell'inquadratura sembreranno muoversi più lentamente; diminuendolo, i personaggi si muoveranno più velocemente, un po’ come nei primi film di Charlie Chaplin.

Non a caso, durante il periodo di realizzazione dei primi film muti di Chaplin, le telecamere in uso erano quelle a manovella. La registrazione avveniva grazie all’instancabile lavoro di un operatore addetto a ruotare la manovella. Mantenere la frequenza dei fotogrammi costante con una telecamera manuale è estremamente difficile. È per questo che il frame rate del cinema dei primi anni era così basso. Pensate che si aggirava tra i 16 e i 24 fotogrammi al secondo.

L’occhio umano è capace di vedere un massimo di 10 o 12 immagini al secondo, elaborandole separatamente. Una frequenza di 16 fotogrammi al secondo è già sufficiente per percepire le immagini in movimento, invece che statiche. Tuttavia, nei video con frame rate molto bassi, i movimenti appaiono scattanti, con i personaggi che risultano innaturali.

Verso la fine degli anni ‘20 lo standard dell’industria cinematografica fu fissato sui 24 fps e ancora oggi, più di cento anni dopo, quasi tutti i film sono girati con questa frequenza di fotogrammi. La ragione alla base della standardizzazione ha a che fare col sonoro. La frequenza dei fotogrammi, infatti, era ed è ancora usata per sincronizzare tracce audio e video.

Frequenze superiori ai 24 fotogrammi al secondo erano comunemente utilizzate negli anni 50’, anche prima dell’invenzione del televisore, che utilizzava uno standard di 30 fps. L’uso di frequenze superiori ai 30 fps accadeva anche nei primi anni del cinema, ma i risultati erano ben lontani da quelli prodotti dagli schermi e dalle videocamere dei giorni nostri.

Le Frequenze dei Fotogrammi Più Usate

La gran parte delle cineprese e delle fotocamere DSLR offre solamente tre tipologie di frame rate: le due opzioni standard - 24 fps e 30 fps - per chi desidera produrre contenuti per video regolari o programmi TV, e l'opzione a 60 fps, per lo sport e altre scene che incorporano movimenti rapidi e intensi.

 Frame Rate

Immagine presa da Internet

1 - 16 FPS - Se il frame rate di un video è inferiore a 10 fps, gli spettatori saranno a malapena in grado di riconoscere il movimento. Anche nel caso in cui si stia cercando di ricreare lo stile dei vecchi film muti, è altamente improbabile che si usi un frame rate inferiore a 16fps, perché farlo non permetterebbe al video di generare l'illusione del movimento. Una frequenza di 16 fps è invece ideale per ricreare un effetto simile a quello di un film muto, poiché i personaggi si muoveranno più velocemente di quanto farebbero normalmente. Tuttavia, i filmati catturati con questa frequenza dei fotogrammi, tendono ad apparire frammentati. Per questo motivo, si tratta di un frame rate raramente usato nella produzione moderna di film e video.

24 FPS - Salvo lavorare a progetti specifici che richiedono frame rate più elevati, è probabile che la maggior parte dei filmati registrati venga catturata a 24 fps. Scegliere di acquisire contenuti con questa frequenza dei fotogrammi permette di realizzare video dall’aspetto cinematografico, anche se i filmati potrebbero non risultare fluidi come sarebbero con un frame rate di 60 fps. Volendo, giocatori e giocatrici possono registrare gameplay a 24 fps, ma la trasmissione di videogiochi dai ritmi particolarmente serrati richiede un frame rate più elevati per non produrre immagini scattanti e non perfettamente fluide.

25 FPS - Il frame rate di 25 fps non è molto comune negli Stati Uniti. Questo perché la gran parte degli attrezzi elettronici (fotocamere e videocamere) utilizzata in questo paese offre solamente multipli di 30 o 60. Tuttavia, i video possono essere successivamente convertiti a una frequenza di 25 fps. Questo frame rate è derivato dallo standard 50i (50 Hz scansione interlacciata, che corrisponde precisamente a 25p) delle TV PAL. Alcune aziende di produzione cinematografica e televisiva utilizzano ancora questa frequenza per contenuti con standard 50 Hz.

30 FPS – Tantissime trasmissioni televisive, live e non, sono registrate con frame rate di 30 fps al fine di incrementare la qualità. Per esempio, è fondamentale che gli eventi sportivi trasmessi in TV appaiano realistici. Pertanto, si fa uso di questa frequenza, che consente di visualizzare salti e corse in modo fluido, come se stessero avvenendo in tempo reale.

60 FPS - Prima dell’invenzione della risoluzione 4K, solo una piccolissima minoranza di registi utilizzava questo frame rate. Tuttavia, i video in 4K beneficiano enormemente dall’uso di frequenze elevate poiché donano ai filmati un aspetto dettagliato e realistico. Acquisire video con frame rate di 60 fps aiuta anche a ridurre irregolarità e a creare video che rappresentano in modo autentico i movimenti su schermo.

120 FPS - Questo particolare frame rate è indicato per alcuni usi specifici. Uno di questi riguarda la produzione di video in slow-motion. Ancora, giocatori e giocatrici fanno affidamento sulla frequenza di 120fps per registrare gameplay che contengono tantissimi movimenti rapidi e intensi (per esempio giochi di corse automobilistiche o lotta).

Oltre 120FPS – Registrare video con frame rate superiori ai 120 fps richiede l’utilizzo di fotocamere cosiddette high-speed. Sebbene sia possibile registrare video con frequenze che arrivano fino ai 250 fps, è altamente improbabile che artisti dell’animazione, creatori di video e giocatori necessitino di usare un frame rate così alto per donare un aspetto naturale ai propri contenuti.

Perché la Frequenza dei Fotogrammi è Importante?

La frequenza dei fotogrammi influisce sull’esperienza di visione. Per tale ragione, è importante scegliere sempre quella giusta in base alle proprie esigenze. La ragione per cui quasi tutti i film hanno un frame rate di 24fps è che è quello che più si avvicina al modo in cui vediamo il mondo nella vita di tutti i giorni. Quando è necessario mostrare i contenuti in modo più dettagliato, come nel caso di video sportivi, è possibile aumentare il frame rate. Frequenze basse conducono a una perdita di dettaglio, e sono pertanto spesso utilizzate per creare GIF animate.

Come Scegliere la Frequenza dei Fotogrammi Perfetta

Esistono solo due ragioni per cui si possa scegliere di usare frequenze non standard. La prima è puramente stilistica e dipende dal tipo di effetto visivo che si vuole creare in un video. Per produrre un video che ricordi uno show televisivo, per esempio, è consigliabile puntare su frame rate dai 24 fps ai 30 fps.

La seconda ragione riguarda la maggior fluidità dei movimenti che è possibile ottenere con frequenze dei fotogrammi più elevate. Video registrati a 30 o 60 fps non presenteranno scatti in fase di riproduzione, anche nel caso in cui si tratti di eventi quali corse di Formula 1, con oggetti che si muovono in modo incredibilmente rapido.

Il processo di selezione del frame rate per lo streaming live è leggermente diverso dal processo di scelta del frame rate per la registrazione con la fotocamera. Nel condividere video online dal computer, infatti, non è necessario preoccuparsi troppo della qualità, visto che i contenuti non verranno riprodotti su grandi schermi. Tuttavia, per ottenere un movimento perfettamente fluido nel video, è comunque bene considerare di alzare la frequenza fino a 30 fps o 60 fps. È comunque sempre importante assicurarsi che il computer in uso sia capace di riprodurre frequenze di fotogrammi elevate. Alcuni processori supportano un massimo di 15 fps. Decisamente non abbastanza per visualizzare i contenuti a dovere.

Tenete sempre a mente che frame rate elevati incrementano anche la dimensione dei video perché, per esempio, prevedono la cattura di 30 o 60 immagini al secondo, invece che solo 24. Lavorare con video di grosse dimensioni richiede una grande quantità di spazio su disco e altrettanta pazienza, perché il caricamento di video che pesano più di 10GB può necessitare di molto, molto tempo.

Come Impostare la Frequenza dei Fotogrammi con Filmora

Modificare la frequenza dei fotogrammi di un video con Wondershare Filmora (l’ultima versione di Filmora) è semplicissimo. Dalla finestra di output, cliccate sul pulsante Impostazioni per accedere all’apposito menu. Visualizzerete opzioni per modificare frequenza dei fotogrammi, frequenza dei bit, risoluzione video e impostazioni audio. Selezionate l’opzione Frequenza dei Fotogrammi e impostate il valore di fps desiderato cliccando sull’apposito menu. Fatto ciò, cliccate su OK per salvare le modifiche. Così facendo, potete modificare e convertire il frame rate originale di un video.

 modifica del frame rate con Filmora

Al termine della modifica, potrete salvare il video sul computer o caricarlo su YouTube e Vimeo.

Nota Bene: impostando una frequenza dei fotogrammi elevata, i video prodotti presenteranno dimensioni elevate e richiederanno tempi di esportazione più lunghi.

Conclusioni

Il numero di fotogrammi che una fotocamera può catturare in un secondo o che un dispositivo di riproduzione video (proiettori, televisori, computer) può visualizzare, influenza il modo in cui vediamo le immagini in movimento. Più aumenta il numero di fotogrammi, più l'immagine diventa realistica, giacché il dispositivo riesce a raccogliere più dettagli. Il frame rate ha impatto anche sullo stile dei video. Usare una frequenza standard di 24 fps permette di ottenere un classico look cinematografico, mentre frame rate più alti creano uno stile più comunemente osservabile nei programmi televisivi.

Non tenere a mente il frame rate può comportare diverse problematiche. In particolare, può influenzare negativamente la riproduzione dei file SWF o sovraccaricare il computer in uso. Impostare un frame rate troppo alto può provocare problemi di elaborazione a livello del processore, in particolare in presenza di molti effetti e ActionScript in fase di produzione. D'altra parte, resta cruciale considerare il fattore di visualizzazione del movimento nella scelta della frequenza dei fotogrammi più adatta.

Poiché tutti i frame rate hanno sia vantaggi che svantaggi, la scelta deve essere fatta in base ai requisiti del video o del film per cui l’impostazione va utilizzata. Come già menzionato più volte, frequenze più alte portano a dettagli e chiarezza maggiori. Se state girando un film 3D è naturale che vogliate scegliere un frame rate piuttosto alto, più adatto a consentire la visione completa dei contenuti. Al contrario, è ideale scegliere frequenze più basse nella registrazione o creazione di video a cui si vuole donare un aspetto cinematografico o realistico.

E se non vi basta poter modificare e convertire il frame rate, potete sempre scegliere di convertire i vostri video in altri formati, come MP4, WMV, AVI, MOV, F4V, TS, GIF e WEBM, oppure ancora di modificare la risoluzione 4K impostandola a 1080P, 720P o altro ancora. Wondershare Filmora ha tutto ciò che possiate desiderare per potenziare i vostri video. Date un’occhiata al video in basso per scoprire altre fenomenali caratteristiche di Filmora.


Provalo Gratis
Per Win10 / 8.1 / 8/7 (64 bit)
Provalo Gratis
Per Mac OS X 10.11 o versioni successive
Download Sicuro

Oppure prova FilmoraGo Video Editor per dispositivi mobili.

Acquista Filmora sul tuo smartphone e ottieni uno sconto esclusivo!
Sconto del 15% su Win Sconto del 15% su Mac

*Le informazioni sul prodotto e sulla fatturazione ti verranno inviate via email dopo l'acquisto.


Mario Difrancesco
Mario Difrancesco is a writer and a lover of all things video.
Altri Prodotti Consigliati
Filmora

Programmi di montaggio video potente e facile da usare per tutti i creatori.

Provalo Gratis Provalo Gratis Provalo Gratis
FilmoraPro

Porta il tuo video a un livello professionale con strumenti semplici.

Provalo Gratis Provalo Gratis Provalo Gratis
Potrebbe Piacerti Anche